Articolo »

  • 04 maggio 2021
  • Casale Monferrato

L'iniziativa del Rotary Club di Casale

Donate 1410 borraccette di metallo agli studenti monferrini

Obiettivo: azzerare il consumo di bottigliette di plastica

Gli alunni dell'Istituto Comprensivo di Cerrina con le nuove borracce

“Ogni goccia conta”. Una borraccetta metallica, un logo, una soluzione che guarda all’ambiente e al futuro, per gli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Casale Monferrato e del Comprensorio casalese. È partito da una “scintilla” del Rotary Club cittadino, il service che promuove consapevolezza e buone pratiche quotidiane, già a partire dai giovani, per salvaguardare pianeta ed ecosistemi. Venerdì 30 aprile sono così state donate 1410 borraccette di metallo agli studenti monferrini, per incentivare l’utilizzo dell’acqua del rubinetto, azzerando il consumo di bottigliette di plastica.

Una proposta di “cambiamento positivo che duri nel tempo e che ben risponda allo spirito e alla mission rotariana di autoeducazione, scambi di conoscenza e aiuti umanitari” è stato precisato, dai referenti del Rotary, organizzazione di volontariato no profit, governativa, religiosa e politica.

Ospite dell’incontro online, Ruggero Vigliaturo del Dipartimento di Scienze della Terra presso l’Università di Torino. “Sebbene alcune plastiche siano riciclabili, per l’’80% finiscono in discarica, impattando gravemente sull’ecosistema e sul comportamento degli animali” ha spiegato Vigliaturo. “Le plastiche, il cui degrado interessa tempi lunghissimi che vanno da 100 a mille anni, possono contenere anche sostanze chimiche pericolose, micro e nanoplastiche che possono entrare nel nostro corpo. Inoltre, in pericolo, è anche la vita marina: le balene che, tra le altre, ricoprono funzioni ambientali trasportando nutrienti verso la superficie, confondono la plastica con il cibo e, nutrendosene, muoiono di fame. Tra i danni sull’uomo provocati dalle plastiche che, ricordiamo, a nostra volta ingeriamo alimentandoci di pesci contaminati da microplastiche o semplicemente respirando (concentrati di plastica in piccole particelle volatili sono presenti anche nelle nuvole), ci sono: irritazione cutanea, problemi respiratori, malattie cardiovascolari, problemi digestivi e cancro.  

La proposta del Rotary è così subito piaciuta sia al distretto, sia ai Dirigenti Scolastici sia alla città di Casale Monferrato che ne ha concesso il patrocinio. Ma, per un’idea tanto importante, occorreva di un logo che lo fosse altrettanto. Un compito al quale i grafici dell’Istituto Superiore Leardi hanno saputo rispondere appieno interpretando il messaggio da trasmettere, con tutta l’efficacia necessaria.

Tra gli intervenuti, anche il dirigente scolastico Emanuela Cavalli dell’Istituto Comprensivo Casale 2, gli officer distrettuali Domenico Muratorio e Luigi Genitle, il socio Lorenzo Demagistris,  e, per Amc, il dirigente tecnico Fabrizio Gallina con il responsabile del Settore Idrico Enrico Cavalli, quest’ultimi, a rilanciare “bevi dal rubinetto, meno costi più rispetto”, slogan in linea con lo spirito dell’iniziativa.

«Cari ragazzi - ha concluso il presidente del Rotary Club Alessandro Boverio che, con Demagistris ha coordinato il progetto - adesso tocca a voi».


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Laura Curino

Laura Curino
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!