Articolo »

  • 06 novembre 2018
  • Casale Monferrato

Maltempo

È allerta Arancione per la piena del Po da Gabiano a Valenza

La Protezione Civile segnala allagamenti in via Po alla Piagera

AGGIORNAMENTO ORE 21,45 - Per Arpa Piemonte "su tutta la regione, nelle ultime 24 ore, si sono verificate precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, che sono state persistenti, forti, e localmente molto forti, in particolare sul settore nordoccidentale. La persistenza delle precipitazioni sta determinando l’incremento dei livelli idrometrici dei fiumi principali e secondari, dal torinese al verbano. I corsi d’acqua che hanno superato i livelli di guardia sono il Pellice, Chisone, Stura di Lanzo, Orco, Malone, Elvo, Sesia e Cervo; attualmente i livelli sono stazionari al di sotto delle soglie di pericolo. Il Po è in piena nel tratto torinese e il colmo sta transitando in queste ore, con valori oltre le soglie di guardia".

AGGIORNAMENTO ORE 18 - La Protezione Civile di Alessandria segnala allagamenti in via Po alla Piagera di Gabiano. Arpa e Regione Piemonte su segnalazione dell'AIPO hanno emesso il codice Arancione «per i Comuni di Moncestino, Gabiano, Morano Po, Coniolo, Casale Monferrato, Frassineto Po, Bozzole, Valmacca, Pomaro, Valenza, Bassignana, Alluvioni Piovera, Isola Sant'Antonio e Guazzora per deflussi fiume Po e Sesia».

AGGIORNAMENTO ORE 15,30 - Abbiamo sentito l'ing. Sandro Teruggi, assessore alla Protezione Civile del Comune di Casale sull'evolversi della situazione: «Quello che esprimo è un'analisi tecnica per i dati che ho in possesso. Al momento la situazione del Po è sotto i livelli di guardia e l'ondata di piena dovrebbe transitare sul territorio casalese dalle 22 alle 24. Stiamo parlando di un'ondata di piena, al momento, controllata. Certo che se il carico di pioggia aumenta in queste ore, la situazione cambia. Per quanto riguarda il Sesia mi pare che la piena sia a Palestro, mentre a monte, a Borgosesia, è in calo».

AGGIORNAMENTO ORE 15 - Per ARPA è allerta arancione: «In particolare nelle prossime ore è atteso il transito della piena del Po in Torino con livelli superiori alla soglia di guardia; anche nel tratto a valle i livelli attesi saranno superiori alle soglie di guardia fino alla giornata di domani. Nei settori settentrionali il Sesia e il Toce registreranno, a partire dalla serata odierna, incrementi dei livelli idrometrici oltre le soglie di guardia. L’allerta è arancione sulle zone settentrionali e nordoccidentali e nelle aree lungo l’asta del fiume Po e del fiume Sesia, gialla altrove ad eccezione delle zone sudoccidentali, dove le precipitazioni saranno meno intense. Domani il flusso umido da sudovest avrà un cedimento, favorendo un graduale miglioramento delle condizioni meteorologiche».

ORE 13,30 - Il bollettino meteorologico emesso da Arpa Piemonte alle ore 13.30 di martedì 6 novembre «prevede ancora maltempo fino alle prime ore di domani, con fenomeni molto intensi sui settori alpini settentrionali e nord-occidentali. Il bollettino di allerta segnala pertanto il livello di allerta arancione sui settori alpini settentrionali (Valli Sesia e Toce) e nord-occidentali (Valli Orco, Lanzo e Sangone) e il livello di allerta gialla nei restanti settori, ad eccezione delle valli alpine sud-occidentali».

Vengono monitorati «i livelli dei fiumi con particolare attenzione al Po, al Sesia, al Toce, all’Orco e al Pellice e del Lago Maggiore che sono attesi in ulteriore crescita nelle prossime ore. La Sala Operativa regionale e tutto il sistema di Protezione civile, attivato anche nella sua componente volontaristica, continua a monitorare con continuità l’evolversi della situazione, con apertura h 24. Da questa mattina sono in tutto 128 i volontari, tra componenti del Coordinamento regionale e del Corpo Aib, che presidiano i punti critici, lungo i fiumi e i versanti».

Per l'AIPo: «Il nuovo incremento dei livelli del fiume Po nel tratto occidentale piemontese si sta attestando in queste ore su valori superiori alla soglia 2 di criticità (criticità moderata). Si prevede che la piena si mantenga su tale livello anche per le prossime 24 ore  nel tratto piemontese fino a Isola S.Antonio, per poi decrescere a partire dalla serata di domani. In seguito, la propagazione della piena nella parte successiva dell'asta fluviale è attesa con livelli di criticità 1 (ordinaria) o, in alcune sezioni, 2 (moderata)».