Articolo »

Ospedale S. Spirito, sono 14 i medici operativi dall’inizio dell’anno

Vanno a potenziare le piante organiche di alcuni reparti

La pianta organica del Santo Spirito si arricchisce di nuomi medici. In questo clima di tagli e revisioni imposte dalle direttive della tanto discussa 1-600, l’implementazione degli organici dei reparti ospedalieri rappresenta una boccata d’ossigeno. Permangono organici sottodimensionati in fatto di personale inferfmieristico ma l’arrivo di alcuni primari e di nuovi medici sono finalizzati a recare benefici alla macchina ospedaliera cittadina.

Dall’inizio del 2018 sono stati assunti i seguenti dirigenti medici a tempo indeterminato:

Sara Dalila Luisella Delcré, Luigi Pollarolo e Silvia Maggio (Cardiologia);

Emma Luigia Contini (Oftalmologia);

Francesca Cravero e Alessandro Salvai (Chirurgia Generale);

Irene Pappalardo e Davide Brogi (Neurologia);

Vincenzo Boccaccio (Medicina Interna);

Daniela Burzio (Dirigente Odontoiatria);

Matteo Mario Pastori (Medico OSSB);

Lorenza Alliata (Anestesia e Rianimazione);

Mauro Dalla Libera (Reparto di Gastroenterologia);

Francesco Merola ( Ortopedia e Traumatologia).

Per quanto riguarda Odontostomatologia, l’entrata in servizio della Burzio (dal 3 aprile) va a potenziare l’équipe guidata da Gianluca Ferrari che si avvale anche delle prestazioni di Paolo Chiaudani e consente di affrontare la mole di lavoro che comprende anche  la cura dei pazienti ‘fragili’ disabili e non collaboranti, l’ambulatorio dei pazienti a rischio, e quelli oncologici.

Nel 2017, sono arrivati al Santo Spirito tre primari: Danilo Chirillo, Ortopedia e Traumatologia, Federico Nardi, Cardiologia, Massimo D’Angelo, Igiene Epidemiologica e Sanità Pubblica al Distretto di Casale. Sede vacante invece al DEA Pronto Soccorso dove, dopo le due rinunce da parte dei precedenti vincitori di concorso, si attende il terzo bando. Questi gli altri medici arrivati nel 2017: Valentina Berta (Nefrologia);  Stefania Zorzetto Cigna (Ginecologia Ostetricia);  Elisa Boni (Allergologia); Alessandra Repetto (Neurologia); Alma Kasa (Cure Palliative); Antonio Dargenio (Anestesia e Rianimazione); Carmine Cicalese (Urologia). Quattro hanno lasciato l’incarico: Damiano Patrono (Chirurgia), Velia Ruggeri (Ginecologia e Ostetricia), Gabriella Lauriero (Nefrologia), Rossella Migliozzi (Psichiatria).