Articolo »

  • 30 luglio 2013
  • Tricerro

A Tricerro s’impone “Caronte”, non gradito al Trail di Cantavenna

I metereologi l’han battezzato “Caronte”. Domenica ha toccato la sua punta massima sia come caldo che come umidità. A Tricerro si è sperato di scamparla, data l’ora d’inizio della gara, ma è stata una vana illusione. La ghiaia usata in questo angolo di campagna vercellese (problema cui si è accennato nella passata pubblicazione) ha fatto il resto, così che intorno al quinto chilometro di gara una mezza dozzina di atleti è stata colta da crampi. Nulla di grave e soccorso classico da parte dei colleghi più vicini ma la prestazione è stata irrimediabilmente compromessa. Tra loro anche la polacca Joanna Drelicharz (una delle favorite) e la ligure Nicoletta Reghitto. Si è imposto il milanese Antonio Curcio (31’51”), seguito da Claudio Osella (32’14”) ed Ezio Martina (32’40”). Vittoria femminile ad Elizabet Garçia (36’13”), che ha avuto buon gioco di Mariella Cerutti-Sola (39’10”) ed Anna Maria Galbani (40’50”). Quest’ultima, campionessa d’altruismo e simpatia, è subito ritornata sui suoi passi per andare a “recuperare” e confortare chi è rimasto vittima dei fastidiodi blocchi muscolari. Arrivati quasi tutti in coda alla gara, alcuni han deciso di passare ugualmente il traguardo ed altri di ritirarsi. Coloro che apparentemente hanno patito meno sono stati i podisti monferrini. Nessuna spiegazione particolare, né abitudine. Forse suole più adatte (forse). Ivo Masserano imperturbabile (come Di Pietro sta preparando i “masters” torinesi) e così Luisa Doro, ora ufficialmente rientrata dopo il lungo stop. Medico di gara il dott. Giuseppe Ghezzo. ORA LA BANDA E’ “DEI CINQUE” – Prologo giovanile rispettando le categorie Fidal. La “Banda dei Tre” è aumentata di due unità. Ci si riferisce al gruppetto di giovani casalesi allenati da Natalino Deandrea che abbiamo avuto modo di seguire di recente e che solitamente bazzica nel novarese, circuito “Gamba d’Oro”. Hanno accettato l’invito degli amici trinesi anche se qui non si è nel cuore del “giro” under 16 come nel nord regionale. La gara Esordienti ha visto la “terribile” Caterina (finalmente ve la documentiamo in video) fare un solo boccone dei maschietti avversari. Per le categorie Cadetti e Ragazzi purtroppo non c’erano avversari e allora Simone, Lucrezia, Alice e Marta se la son giocata tra loro. In verità il ragazzo avrebbe voluto partecipare come “non competitivo” alla 9 km (dal prossimo anno avrà l’età per essere tesserato) ma il prof lo ha (saggiamente) stoppato. Inutile correre rischi se non si è preparati alla distanza e con un caldo simile. SABATO TRAIL DI CANTAVENNA – Naturalmente s’incrociano le dita. Il giorno dopo Tricerro l’impatto di una perturbazione con “Caronte” ha portato sul casalese una devastante tromba d’aria. Fino a giovedì si dovrebbe stare meglio, ma il rischio che l’anticiclone africano rimonti è reale nel fine settimana. Correre un trail (sebbene easy e corto) alle 17,30 di sabato pomeriggio con quelle condizioni (anche se su fondo morbido) non sarebbe uno scherzo, anche se la gara merita. Recensita a pagina 94 della prestigiosa rivista Outdoor Running (come già il Kitambo), celebra la sua quinta edizione. L’Albo d’Oro annota Gianfranco Bedino e Viola Grosso (2009), Paolo Musso e Nola Jane Williams (2010), Edmil Albertone ed Alessandra Pagliano (2011). Edmil si è ripetuto lo scorso anno, quando la gara è stata inserita per la prima volta anche nel calendario su strada AICS, con patrocinio Avis, precedendo Maurizio Di Pietro e Cesare Chiabrera. In campo femminile la biellese Cristina Orso davanti a Giorgia Bizzotto e Cristina Pieri. I dati tecnici ci dicono che il punto più alto si trova ai 350 metri del Cò de la Fin, che il tracciato si sviluppa per il 40 per cento su sentieri, il 30 su strade poderali e l’ultimo 30 su asfalto. Gli 11 km si snodano tutti intorno all’abitato, posto lungo la sommità di un costone. Le caratteristiche sono quelle di una corsa su strada molto impegnativa, passaggi insidiosi ma non pericolosi, con il punto di maggiore difficoltà nell’attraversamento del bosco che risale dal Po, a nord dell’abitato, su sentiero racchiuso da una fitta vegetazione, decisamente umido e soffocante. Premio su traguardo volante e record da battere (47’20” Albertone 2011). Dislivelli +/- 600 metri, un ristoro e un punto acqua. Nessun tempo limite. ACCADDE NEL PERIODO – (by Owens) - 21 luglio. Enzo Brusasca in Val d'Isere a correre l'Ice Trail Tarentaise, trail valevole per la Coppa del Mondo ISF, trail più alto d'Europa come quote raggiunte (due vette da 3650m e 3400m ed un paio di colli da 3000m) e considerato uno dei più duri al mondo (in quest'edizione in particolar modo per l'enorme quantità di neve presente sul percorso). Il trailer di Cantavenna è 222° su 500 partenti in 15h 06’. 23 luglio. A Frugarolo (AICS e Gran Prix della Fraschetta – km 5,2) 1 Luca Buscani (17’53”), 2 Carlo Rosiello (18’14”), 3 Massimo Galatini (18’28”) + 1 Katia Figini (19’13”) Elizabet Garçia (20’15”) 3 Ilaria Bergaglio (21’07”). 24 luglio. A Veruno (VCO – km 6,5) 1 Claudio Guglielmetti 2 Silvio Gambetta 3 Livio Saltarelli 4 Simone Velati 5 Carlo Carlini + 1 Laura Pagani 2 Loredana Ferrara 3 Sara Filiberti. UISP A Orsara Bormida. 1 Achille faranda 2 Hicham Dhimi 3 Saverio Bavosio + 1 Patrizia Mutti 2 Susanna Scaramucci 3 Cristina Bavazzano. 25 luglio. Loredana Ferrara quinta al giro del Lago di mergozzo (VCO). UISP a Carrosio. 1 Achille Faranda 2 Diego Picollo 3 Hicham Dhimi + 1 Ilaria Bergaglio 2 Susanna Scaramucci 3 Michela Sturla. 26 luglio. A S.Anna di Montiglio (AT – km 7,5) 1 Agostino Lanzo 2 Alex Zulian 3 Silvio Gambetta + 1 Eufemia Magro 2 Angela Lano 3 Loredana Ferrara. A Cassine (UISP) si rivede e vince Edmil Albertone in 17’38” (km 5,100) su Gabriele Gagliardi e Achille Faranda. Arrivo Femminile con Susanna Scaramucci, Aurora Pasquino e Antonella Cimaschi. 28 luglio. A Cegni (PV – km 10 m e 5 f) 1 Silvio Gambetta 2 Gian Luigi Vattemberge 3 Roberto Zunino + 1 Loredana Ferrara. UISP a Rocca Grimalda. 1 Mohammed Ricci 2 Gabriele Gagliardi 3 Stefano Mattalia + 1 Giovanna Caviglia 2 Loretta Giarda 3 Susanna Scaramucci. Inoltre, da segnalare che Elisa Stefani, ferma per una fastidiosa sciatalgia, ha dato forfait agli Assoluti all’Arena di Milano, lo scorso weekend. Ora ferie e ripresa degli allenamenti nella verso fine agosto. Ordini d’arrivo completi delle gare AICS e UISP alessandrine nei rispettivi “quaderni” pdf. ANCORA UNA PUBBLICAZIONE – Tra sette giorni ultima pubblicazione di questa rubrica prima della pausa per ferie. Argomento principe il trail di Cantavenna ma anche le sfide prossime a venire.