Articolo »

Nello scorso weekend

Le Autobianchi alla storica pista di Morano sul Po

Il tradizionale appuntamento del "Registro"

«Le Autobianchi si sono radunate il sabato all’Hotel Business di Casale; peccato per la pioggerellina che ha rovinato il panorama durante i percorsi sui crinali, ma l’ospitalità della Cascina Montalbano coi suoi vini ed una tavola ricolma di prelibatezze ha rallegrato tutti, dagli olandesi, spagnoli, tedeschi e svizzeri che, assieme agli autobianchisti italiani, hanno brindato alla bella compagnia».

È la cronaca del weekend del Registro Autobianchi in Monferrato (che ha visto come principale promotore Paolo Pensa): «Cena al ristorante La Torre con il giornalista Luca Gastaldi poiché il 13° Memorial era dedicato al papà che in Abarth ideò il Trofeo Autobianchi A112 Abarth».

 

Domenica mattina la colonna di auto «ha viaggiato, baciata dal sole,destinazione l'ex autodromo di Morano. La lunga striscia nera d’asfalto ha accolto dapprima le timide Bianchine e poi, via via, tutti gli altri modelli dalle A111, Primula, alle A112 normali e Abarth, nonché alle Y10. C’era anche una rappresentanza di Topolino, 500 e 127 in quanto le Autobianchi dei rispettivi proprietari erano in riparazione e così essi sono giunti con l’altra storica! In gruppi di sei per volta, han goduto l’ebrezza del luogo e poi ecco arrivare la bella parata, tutti assieme! 70 auto e 120 persone! C’era chi rideva entusiasta e chi, della zona, non si sarebbe mai immaginato tale spettacolo».

Il pranzo a Morano è stato un’intercalare di momenti: «Mario Martinotti ha narrato la storia; poi il benvenuto del sindaco Luca Ferrari, che è stato applaudito per l’accoglienza riservata al gruppo Autobianchi. La Commissione dei Tecnici esperti ha destinato il Trofeo Gastaldi alla A112 Abarth più rappresentativa della filosofia della storica gara e, a sorpresa, alla pubblica lettura della targa, è emerso che si trattava dell’auto di Giovanni Deregibus della Dimsport, proprietario dell'impianto moranese, il quale, stupito come tutti, ha ritirato il premio sopraffatto dagli applausi. A tutti premi speciali, tra i quali una bella targa sulla quale è incisa la Pista storica di Morano, nonché i prodotti del territorio, barbera, riso ed i krumiri. Il presidente del Registro Autobianchi Marco Lerda, soddisfatto, ha augurato alla Dimsport un buon lavoro di restauro della Pista del Monferrato e la realizzazione dei tanti bei progetti già pronti nel cassetto».


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Maurizio Gily

Maurizio Gily
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!