Articolo »

  • 11 ottobre 2018
  • Casale Monferrato

Coltivazione "indoor" di canapa indiana nel centro di Casale

Detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. È l’accusa con la quale gli agenti della squadra investigativa del Commissariato di Casale hanno denunciato a piede libero un giovane di origine albanese, A.X., 23 anni, cittadino italiano, che aveva allestito una sorta di coltivazione “indoor” di canapa indiana nell’alloggio che occupava con la compagna in un palazzo del centro storico.

All’interno della serra c’erano 4 piante di canapa indiana, in avanzato stato di coltivazione, dell’altezza di circa 120 cm. ognuna, interrate in vasi, nonché altri due recipienti pronti per ulteriori innesti. Nel corso della perquisizione veniva, altresì, rinvenuta altra sostanza stupefacente che sottoposta successivamente ad analisi narcotest, risultava essere hashish, per un peso netto di gr. 6,2; la marijuana, anch’essa con riscontro positivo al narcotest, risultava avere  un peso complessivo netto di circa 2 chilogrammi. I particolari dell’operazione sul numero di domani de Il Monferrato.