Articolo »

T.J. Bray è il secondo straniero della Novipiù. E' arrivato anche il giovane De Nicolao

Il secondo straniero della JC Novipiù è la guardia americana Thomas J. Bray, il cui nome era appuntato da tempo sulla “short list” di tre giocatori stilata da Marco Martelli e da coach Marco Ramondino. Nel weekend, dopo un summit tra il DG, l’allenatore (via telefono da Tbilisi, dove era impegnato con la Selezione Azzurra U.16 nell’EYOF) e il presidente Cerutti, è stato chiusa la trattativa con il giocatore che, nella sua casa nel Wisconsin, ha firmato un contratto annuale con la Junior, come testimonia la foto postata sui “social” della JC. T.J. Bray, mancino di 197 cm., conosce già il campionato di Serie A2 per avere disputato l’ultima stagione con la Lighthouse Trapani dell’ex juniorino Giancarlo Ferrero (che quest’anno giocherà in Serie A con Varese). Nato il 14 giugno 1992 a New Berlin (Wisconsin), Bray è cresciuto nella Memorial Catholic High School, per poi frequentare una delle eccellenze accademiche d’America a Princeton University, giocando quattro stagioni consecutive in progressiva crescita e totalizzando nel suo ultimo anno di College 18.0 punti, 4.7 rimbalzi, 5.2 assist a partita e il 41.7% nelle conclusioni da 3 punti. Numeri che, oltre a confermarlo tra i migliori della Ivy League, lo portano nella storia di Princeton, unico nella storia del prestigioso ateneo ad avere servito oltre 100 assist in tre dei quattro anni di studi. A conferma del suo potenziale, la duplice partecipazione alla Summer League di Las Vegas alla quale ha preso parte sia nel 2014 (con i Toronto Raptors) che quest’anno, nelle file dei New York Knicks. In Italia, nella stagione scorsa, T.J. ha chiuso a Trapani il suo anno da rookie segnando 9.6 punti per gara (12.7 nella seconda parte del campionato), realizzati con buonissime percentuali (38% da 3, 87% ai liberi) e aggiungendo 3.9 rimbalzi e 3.1 assist di media in 25 partite, con un high di 22 punti ottenuto nella trasferta di Trieste. «Sono molto entusiasta di entrare a far parte del roster di Casale per la prossima stagione e sono emozionato per il fatto di ritornare in Italia dove potrò continuare la mia carriera in una bella città, con una grande organizzazione - commenta T.J. Bray che attende con impazienza di iniziare la sua nuova avventura professionale con la Novipiù - Sono stato in contatto con coach Marco Ramondino e il DG Marco Martelli per tutta l’estate, che mi hanno parlato delle grandi cose che si aspettano da me e dalla squadra. Dopo essermi confrontato con entrambi, ho avvertito grande sintonia sul modo di concepire il gioco della pallacanestro.Nelle mie due partite giocate contro Casale l’anno scorso, ho potuto constatare quanto la squadra abbia giocato duro, insieme, con tanta qualità tecnica. Sento che sarò in grado di adattarmi bene con i nuovi compagni, per poter dare a Casale il mio contributo per continuare a vincere. Non vedo l’ora di arrivare e cominciare a lavorare con l’allenatore e la squadra!» Coach Marco Ramondino, molto soddisfatto per la conclusione della trattativa, descrive così il giocatore americano: «TJ possiede tantissime qualità tecniche e caratteriali, ha avuto una formazione importante sia scolastica che sportiva a Princeton e, pur avendo solo 23 anni, già conosce il campionato italiano. Ha la capacità di prendere il vantaggio in diversi modi ed è estremamente altruista, può attaccare in uno contro uno sia fronte che spalle a canesto, sa usare il pick&roll e costruire tiri per i compagni, tira bene. Ha la mentalità del play-maker e una fisicità tale che ci permetterà di esplorare numerose soluzioni. Anche dal punto di vista delle motivazioni ci ha offerto quei segnali che cerchiamo in ogni componente della squadra e la prossima stagione può rappresentare per lui un’importante occasioni per mettersi in mostra». Dopo l’arrivo di T.J. Bray,per completare il pacchetto esterni della prima squadra, la Junior ha ingaggiato per la prossima stagione Giovanni De Nicolao, 19 anni, playmaker di 185 cm. nell'ultima stagione alla Pallacanestro Vicenza 2012, con la quale ha conquistato la promozione in Serie B. Nato a Camposampiero (PD) il 10 giugno 1996, è un playmaker con la pallacanestro nel sangue: è, infatti, fratello dei già noti Andrea (’91 ex Treviso, Varese, Verona, ora a Reggio Emilia) e Francesco (’93 ex Omegna e ora a Imola), nonchè figlio di Stefano, cofondatore e allenatore della Vigodarzere, società in cui è cresciuto il giovane padovano. Per il più piccolo dei De Nicolao, si tratta dell'esordio a livello di A2 di una carriera che, seppur all'inizio, ha già vissuto step importanti. A fine 2013 è stato invitato dalla Virtus Roma per Nike International Junior Tournament, prestigiosa manifestazione annualmente organizzata dall'Eurolega con le migliori formazioni Under 18 europee, segnalandosi così all’attenzione del selezionatore azzurro Antonio Bocchino. Poi, nella stagione scorsa, De Nicolao ha come detto conquistato la promozione in Serie B con la canotta di Vicenza, guadagnando le luci della ribalta soprattutto nella fase finale (6 gare) chiusa con 8.3 punti, 5.8 rimbalzi, 3.5 palle recuperate e 2.5 assist di media in 23 minuti di utilizzo medio. De Nicolao sarà il terzo under della prima squadra della JC Novipiù insieme ad Eric Ruiu e a Luca Valentini. Per completare il roster della Junior manca ancora il terzo lungo (è ai dettagli la trattativa con il bulgaro Vangelov, nell'ultima stagione alla Manital Torino); l'annuncio potrebbe arrivare nei prossimi giorni.

Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Puccio Puma

Puccio Puma
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!