Articolo »

  • 24 agosto 2019
  • Casale Monferrato

Direttissima

Confermato l'arresto dell'uomo che ha appiccato il fuoco in Pronto Soccorso

Il giudice ha disposto che il 41enne di Coniolo rimanga in carcere fino alla celebrazione del processo

Si è celebrata questa mattina, alle 12, la direttissima per Marcello Corica, il 41enne di Coniolo che ieri sera, dopo aver minacciato al 112 di essere in ospedale armato di bomba, ha appiccato un incendio al Pronto Soccorso di Casale (fortunatamente senza conseguenze gravi) venendo, poco dopo, arrestato durante un tentativo di fuga dai Carabinieri di Casale, diretti dal capitano Christian Tapparo.
Durante l'udienza di oggi, il giudice ha convalidato l'arresto di Corica che, dunque, rimarrà in carcere fino alla celebrazione del processo il prossimo 24 settembre.
Durante l'udienza, l'autore dell'incendio avrebbe addirittura promesso di riprovarci non appena tornato in libertà. Oltre alla convalida dell'arresto, per Corica è stata richiesta una perizia psichiatrica.
L'accusa, per il 41enne già noto alle Forze dell'ordine e ai sanitari, era quella di incendio doloso in edifici pubblici, interruzione di pubblico servizio e procurato allarme.